Modalità di pagamento delle tasse in criptovaluta che deve essere accettata dalla Florida

Modalità di pagamento delle tasse in criptovaluta che deve essere accettata dalla Florida

Martedì il governatore della Florida Ron DeSantis ha indicato un interesse a consentire l’utilizzo della criptovaluta per pagare le tasse nello stato. Il governatore ha fatto le osservazioni durante una conferenza stampa alla Wesley Chapel, dove ha firmato un disegno di legge che richiede un’alfabetizzazione finanziaria. Il provvedimento rende obbligatoria l’educazione alla finanza personale per il diploma di scuola superiore. Il governatore DeSantis ha detto,

“È stato menzionato in alcuni commenti – criptovaluta, per esempio – stiamo lavorando e ho detto alle agenzie statali, trovare un modo in cui se un’azienda vuole pagare le tasse in criptovaluta in Florida, dovremmo essere disposti ad accettarlo. Quindi ci stiamo lavorando.”

Il governatore ha detto di aver incluso alcuni finanziamenti nel budget proposto per sperimentare la tecnologia blockchain, ma il programma non è stato incluso negli stanziamenti per il prossimo anno fiscale.

Ciononostante, DeSantis ritiene che le criptovalute come Bitcoin, tra le altre, dovrebbero essere accettate come forma di pagamento delle tasse da lo stato della Florida. D’altra parte, ha respinto le recenti proposte federali di trasformare il dollaro USA in una moneta digitale.

L’ordine esecutivo di Joe Biden per aiutare la criptovaluta nel percorso di espansione

In un ordine esecutivo emesso il 9 marzo, il presidente Joe Biden ha suggerito la possibilità di farlo. Il suo ordine sottolineava la necessità per l’America di fare un passo avanti e valutare lo stato dell’economia. Ha chiesto alla Federal Reserve di indagare su come gli Stati Uniti possono creare la propria valuta digitale o digitalizzare il dollaro.

Il Biden l’ordine è centrato sulla “capitalizzazione di mercato combinata”, come viene chiamata. Secondo il rapporto, il mercato digitale si è sviluppato da un’economia da 14 miliardi di dollari a 3 trilioni di dollari in “risorse digitali non emesse dallo stato” tra novembre 2016 e novembre 2021. Secondo l’analisi di DeSantis, tali risorse sono decentralizzate, il che significa che non sono controllate da una singola organizzazione, nazione, stato o gruppo.

L’ordine esecutivo proposto, secondo due dei consiglieri di Biden, stabilirebbe un piano nazionale per la gestione delle risorse digitali e posizionerebbe gli Stati Uniti come leader nell’innovazione nazionale e internazionale. L’ordine esecutivo è incentrato sulla necessità di migliorare l’accesso a servizi finanziari sicuri ed economici riducendo al contempo il costo dei trasferimenti e dei pagamenti transfrontalieri e nazionali, poiché le criptovalute continuano a crescere.

Nonostante la portata limitata dell’ordine e l’enfasi sulle indagini piuttosto che sull’azione immediata, DeSantis ha espresso preoccupazione per l’impatto di una criptovaluta statunitense regolamentata a livello federale sulle persone.

Il governatore della Florida ha ulteriormente chiarito che esiste è una differenza tra una valuta digitale decentralizzata, criptovaluta come Bitcoin (BTC), e ciò che alcuni propongono a livello federale, ovvero trasformare i dollari statunitensi in denaro digitale. Ritiene che ci siano numerosi pericoli associati a questo, poiché è gestito centralmente.

Secondo l’ordine, l’espansione dei pagamenti e delle risorse digitali per soddisfare meglio le esigenze e gli interessi degli Stati Uniti rimarrà un obiettivo primario priorità, ma gli Stati Uniti devono mantenere la loro attenzione sugli ideali democratici, così come su altri requisiti come lo stato di diritto, la privacy e la sicurezza nazionale.

DeSantis si è detto estremamente preoccupato sull’autorità del governo federale di determinare se qualcuno potrebbe impegnarsi nel mercato o nell’economia degli Stati Uniti e che consentire alle società finanziarie il potere di isolare gli individui su indicazione del governo federale potrebbe essere dannoso. Ha inoltre affermato che si trattava di uno sforzo che lo stato dovrebbe monitorare da vicino.

Tuttavia, l’ordine esecutivo di Biden riguarda in gran parte l’adeguamento alle pratiche finanziarie in evoluzione, comprese le azioni che coinvolgono risorse digitali che sono nell’ambito delle norme e dei regolamenti nazionali vigenti, secondo il presidente.

Leggi la notizia originale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.